venerdì 16 marzo 2012

Rimedi yogici per il cambio di stagione: il Sat Kriya.

L’arrivo della bella stagione e del risveglio del corpo che rifiorisce dopo i bui mesi invernali per molti è un momento di debolezza, sonnolenza e acciacchi vari.  Anche io ne soffro, la cervicale mi da più fastidio del solito e dormirei come una tartaruga in letargo invece di godermi le giornate primaverili con pienezza e vitalità. Proprio per questo mi sono attivata nel cercare un rimedio yogico che fosse rapido e funzionale.


Il Sat Kriya è infatti un esercizio molto efficace ed alla portata di tutti. Per i principianti è consigliato cominciare con 3 minuti, per poi incrementare gradualmente la pratica. Anche la posizione ed il mudra sono accessibili a tutti (la spiegazione sul come fare la trovate nell’immagine di questo post).

Questa tecnica è molto potente e completa. È chiamata "kryia" perché è uno dei pochi esercizi che svolge da solo, senza essere praticato in combinazione con altri, un'azione completa sul sistema corpo-mente-anima.



Riesce a far fluire la nostra energia dai chakra inferiori a quelli superiori in maniera molto evidente. Applicando mulha bandha infatti si risveglia la kundalini alla base della spina vertebrale per farla fluire lungo tutta la colonna ed oltre. La sensazione di espansione arriva ad essere percepita come un esplosione che sobbalza fuori dal settimo chakra.



Sperimentate la tecnica e gli effetti sul vostro corpo e la vostra mente. E godetevi appieno il risveglio della natura e del vostro corpo, con maggiore energia, benessere e vitalità. Lo yoga è uno strumento per l’autoguarigione molto potente. 


Nessun commento:

Posta un commento